giovedì 31 gennaio 2008

Ospedali o... Discariche??


Un articolo pubblicato dal Corriere della Sera (qui potete leggerlo) rivela una situazione "tragica".
Su 854 ospedali ispezionati dai NAS, ben 417 sono risultati non in regola. Fanalini di coda al Sud, dove la percentuale dei "bocciati" arriva (in alcuni casi) quasi al 90%! Gli unici a "salvarsi in pieno" sono i nosocomi del Trentino, dove tutte le diciassette strutture hanno superato i "test".

Le "contestazioni" sono gravi e vanno dal ritrovamento di insetti ai farmaci scaduti, passando per locali "ammuffiti", impianti non a norma, immondizia nei corridoi, apparecchiature non funzionanti, assenteismo ingiustificato dei medici, "fumatori" nei corridoi, precarie condizioni igienico-sanitarie in genere.
Un DISASTRO!
Verrebbe da dire che abbiamo trovato le "discariche" per i rifiuti di Napoli, invece no... in quelle strutture ci sono degli ammalati, che potrebbero ammalarsi ulteriormente vista la situazione!

Una grave "emergenza" dunque, che purtroppo da anni (da sempre) periodicamente torna alla "ribalta"... però questa volta i dati dei NAS fanno accapponare la pelle!

Prendiamone atto (nuovamente), in un periodo dove tutto il Mondo si è fatto "grandi risate" per il modo in cui vengono gestite alcune situazioni nel nostro Paese, questo fa cadere l'ennesimo "macigno" sulle teste di tutti noi!

Italia...che Paese Meraviglioso!


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

7 commenti:

LLLorenzo ha detto...

Ciao segnalatore,è tanto che non passo di qui. Cmq gli ospedali italiani fanno schifo,soprattutto qui a napoli non te ne dico proprio,l'importante è ke queste cose vengano messe in risalto per far si che qualcosa venga fatta per migliorarli,ma in primo luogo bisogna migliorare le persone che ci lavorano dentro, che il piu delle volte non hanno tanta voglia di lavorare!!! ciao ;)

DanieleMD ha detto...

Io faccio il medico proprio nel Sud Italia e la situazione è spesso simile a quela descritta nel post :(
Non c'è proprio volgia di cambiare...

claudia ha detto...

mi chiedo perchè sono anni che questi problemi vengono portati alla luce e non si riesce ad ottenere un minuscolo miglioramento, eppure dovremmo avere tutti a cuore le strutture che dovrebbero salvarci la pelle e curarci

Comicomix ha detto...

La situazione della sanità italiana affianca luci di eccellenza sanitaria, organizzativa, ecc... (non molti) e tantissime zone d'ombra, sia per l'aspetto più prettamente sanitario che per quello diciamo..di ospitalità.

La media poi è decente, ma come diceva Trilussa aproposito del mezzo pollo a testa, a chi tocca il niente non è che consoli molto...
Un salutone
Mister X di COmicomix

suburbia ha detto...

trasecolo. Le poche volte che ci ho avuto a che fare ho trovato efficienza e competenza.
(Pulizia e igiene le davo per scontate)
ciao

Weltall ha detto...

Un'altra cosa di cui vergognarsi...in queste condizioni, con che stato d'animo una persona malata si fa ricoverare???

giadatea ha detto...

sarà perchè lavoro in uno dei pochi ospedali che si salva, che non mi continuerò mai di ripetere che basta seguire il buon senso e le basilari norme di igiene e questo non accade. Ci sono delle leggi da rispettare, ma spesso è il buon senso quello che dovrebbe dettare maggiormente legge, ed essere scrupolosi nel proprio lavoro, probabilmente c'è una rilassatezza troppo grave alimentata da cattivi comportamenti e da un permissivismo nato forse dal cattivo esempio dei capi.

Google