mercoledì 2 gennaio 2008

Gratta, gratta...ma se ci si ammala??


Non so voi, ma io inizio ad essere stanco di questa cosa!

Parlo della frenetica pubblicità che imperversa su Tv e Radio riguardante i giochi "legalizzati" tipo Lotto, Gratta e Vinci, Scommesse Sportive, ecc...

Milioni di italiani presi dalla pseudo possibilità di "vincite facili" si intestardiscono tentando la "fortuna" delapidando così capitali con qualsivoglia forma di gioco...legale appunto!! E lo Stato cosa fa?? Non impedisce neppure che i palinsesti pullulino di forme di approccio spesso, a mio avviso, non opportune. Personalmente queste cose non le concepisco.

Naturalmente buona regola dice che il gioco andrebbe gestito con moderazione e buon senso, ma è ormai risaputo che questo "fenomeno" fa molte più "vittime" di quanto ci è dato conoscere...perchè allora continuare campagne "mantenimento e acquisizione clienti" come se niente fosse??

Non sarebbe saggio ed utile diffondere maggiormente i modi per "disintossicarsi" da questa "nuova malattia" anzichè sponsorizzarla ed incentivarla?

A voi l'ardua sentenza....

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!

Scritto da Mr.Segnalatore

24 commenti:

Comicomix ha detto...

Il fatto è che con le lotterie ci guadagna, lo Stato...
Dfficile sperare che smettano.
Io, personalmente, non gioco perchè non credo alla fortuna e preferisco costruirmi, bene o male, la vita.
Un sorriso giocherellone
Mister X di Comicomix

Virtualblog ha detto...

Son ragazzi, lasciamoli divertire, gratta, gratta, anche questo è un modo di pagare le tasse :-).

DanieleMD ha detto...

sai che stavo pensando la stessa cosa pure io? E' vergognosa la pubblicità, una vera istigazione alla dipendenza...mah!

Weltall ha detto...

Visto che lo Stato ci guadagna mi sembra probabile che questi giochi continuino a diffondersi e la pubblicità ad aumentare...
Personalmente li evito ^__^

Giuseppe Nicosia ha detto...

La cosa più vergognosa è che lo stato sfrutta a man bassa le dipendenze psicologiche della gente (perché il gioco è una dipendenza!) e sfrutta anche la tendenza alla superstizione. Lo stato dovrebbe combattere superstizione e dipendenza, e invece... le incoraggia!

doc63 ha detto...

sono dell´opinione che dovrebbero ridurre i montepremi, ovvero anziché vincite da milioni di euro, che ne facciano molte da 100.000, sarebbero piú vincite che regalano un pó di tranquillitá a molti. O NO?

Lisa72 ha detto...

Lo schifo è che il gioco d'azzardo è illegale in Italia a meno che non ci guadagni lo Stato (non vi azzardate a giocare a tombola o poker a casa a soldi altrimenti vi arrestano!)...
Il gioco è una delle dipendenze più pericolose soprattutto perchè per far fronte ai debiti si rischia ( e sono tanti a finirci) di incappare in usurai senza scrupoli...
Sì, sarebbe necessaria una campagna contro il gioco ma come si fa a pagare l'aereo o i torroncini ai ministri?
Un abbraccio, Lisa

Marco ha detto...

La solita miopia dei nostri giovernanti... perché alla fine lo Stato ci rimette! Esattamente come il fumo: il guadagno è effimero, in quanto poi la Sanità deve accollarsi le spese di migliaia di ammalati di tumore. Qui si sta creando un esercito di malati psichici che diverranno un peso per tutti. Ne so qualcosa, ho un fratello che ha rovinato sè stesso e la sua famiglia per queste caxxate.

Gianni ha detto...

Concordo in pieno è una pubblicità REGRESSO.
Se vogliamo fare una "publicità progresso", dovremmo disencentivare questo tipo di gioco. Tipo:
"Chi gioca al lotto potrebbe rovinarsi ... digli di smettere.!"

Stefania (alias zstefy) ha detto...

ciao!anche a me questa pubblicità dà parecchio fastidio. E soprattutto in un periodo di crisi come questo, dove tutti si lamentano di perdita di potere d'acquisto dei proprio stipendi e rincari di ogni genere. Si pubblicizza il gioco d'azzardo (legale e "assistito" come dice la pubblicità) e magari chi già non naviga in buone acque la prende come opportunità per risollevarsi. La trovo un'ulteriore presa in giro.

Anonimo ha detto...

Alla fine siamo sempre noi padroni di noi stessi.
In tv pubbliczzano anche l'alcoocl ma l'alcolismo esisteva anche prima.Perchè dare sempre la colpa agli altri???

AmosGitai ha detto...

Lo Stato ci guadagna anche sulle sigarette, notoriamente dannose per la salute.
Quando si fiuta l'affare non ci si chiede se può essere dannoso per il cittadino.
Semplicemente una vergogna!

Stufo ha detto...

Perfettamente d'accordo !!! ma è tutta la "pubblicità" che andrebbe rivista !! Troppa, troppa, troppa !! Abbiamo avuto già un richiamo dall'Europa ! Perchè abbiamo tutti i records negativi ?

Riccardo ha detto...

Per un po' di soldi (che poi vanno a finire nelle tasche degli amici) lo Stato ci venderebbe anche le mutande usate (con sgommata) di Prodi, quindi di cosa ci meravigliamo?

suburbia ha detto...

Basterebbe fare un po' di calcolo di probabilita' per non giocare mai.
Alcuni dalle mie parti chiamano il gioco legale la tassa degli stupidi.
Anche io la penso come te non dovrebbe essere incentivata in nessun modo anzi proibita come la pubblicita alle sigarette
ciao

Anonimo ha detto...

non era già cavout a dire che "il lotto è la tassa degli imbecilli"?
direi che non siamo diventati più furbi..

Mala

Mr.Segnalatore ha detto...

@Comicomix: Almeno dovrebbero (per salvarsi la faccia...il che già non è bello) pubblicizzare in modo altrettanto "incisivo" i modi per farsi aiutare a smettere nel caso nasca in un soggetto una "patologia" da gioco(legalizzato!!!).
Concordo sul costruirsi la propria vita senza sperare in fantomatiche "dee bendate"! Ciao Mister X.

@virtualblog: della serie:"gratta che ti passa(tassa)"??

@Daniele: tu sei medico, potresti dedicare un post più tecnico sull'argomento "patologie da gioco"...sarebbe utile ed interessante! Ciao!

@Weltall: fai bene ad evitare...ciao!

@Giuseppe Nicosia: infatti, a volte sembra proprio "incoraggiamento"...

@doc63: potrebbe essere un'idea, basta che poi non pubblicizzino a raffica la "novità"...

@Lisa: ciao cara, bella domanda la tua...

@Marco: saggia considerazione!Spero che tuo fratello ne sia uscito...ciao!

@Gianni: Lo slogan mi sembra azzeccato!

@Stefania: si va di "presa in giro" in "presa in giro"...

@anonimo: qui non si sta dando la "colpa agli altri", si sta solo constatando un fatto che sembra non piacere a molti!

@ amosgitai: come si dice:"l'occasione fa l'uomo...."!Purtroppo aggiungerei!

@stufo: bella domanda...speriamo che qualcuno "dall'alto" ci risponda...

@riccardo: No, la sgommata no!Ciao!

Mr.Segnalatore ha detto...

@suburbia: proibire almeno la pubblicità sarebbe giusto anche secondo me! Ciao!

@Anonimo (Mala): forse no...almeno su questo punto.

Nicola Andrucci ha detto...

io vinco sempre!
non gioco mai!!!
:-D

giadatea ha detto...

lo stato ci guadagna, e anche tanto, quindi è disposto a essere poco morale, o decisamente immorale, e incamera....

Mr.Segnalatore ha detto...

@nicola: grande vincita quella!!

@giadatea: questo è il punto...moralità!

Vax ha detto...

I così detti "acchiappacitrulli" sono molti, così come sono molte le "pubblicità regresso" che si vedono al giorno d'oggi.

Gratta e vinci, lotto e lotterie varie esistono in tutto il mondo..... sta all'intelligenza delle persone evitarle.

Daniele ha detto...

ci guadagna troppo lo stato per metter freno alla sponsorizzazione, già mi stupisco che l'abbiano messo per le sigarette...

Anonimo ha detto...

PER NON DIMENTICARE
Settembre 2007
clamorosa evasione fiscale di 98 miliardi di euro da parte delle società concessionarie per i giochi d’azzardo ai danni dell’Agenzia dei Monopoli di Stato.

ALMENO PAGASSERO LE TASSE STI FOTTUTI AGUZZINI.

Stefano

Google