mercoledì 27 febbraio 2008

"O signor politicante..."

Oggi voglio "dedicare" qualche rima a chi sta (e starà...) seduto nelle "poltrone di comando" di questo Paese sempre più "triste e povero", ma che non vuole arrendersi e chiede a gran voce di essere "ascoltato".
Una sorta di messaggio di buon auspicio, eccolo:

O signor politicante
questa è merda di elefante
in cui si trova il bel paese
mentre chiedi il rimborso spese
tanto dici "che m'importa
gustosissima è la mia torta".
Però rifletti bene bene
ormai il popolo ne ha le tasche piene
se lo inganni un'altra volta
la poltrona ti sarà tolta
e un enorme vaffanculo
per non darti calci in culo
ti offriremo puntulmente
se non ascolti un po' la gente.

Buon lavor politicante
non ti reputo ignorante
io ti seguo costantemente
se la salute "mi consente"
ora è tempo di cambiare
questo modo di governare
altrimenti te l'ho detto
perderai il mio rispetto
e con gran soddisfazione
senza neppure la pensione
ho già in mente l'appezzamento
non di terra ma di cemento
dove tu potrai zappare
e noi tutti a CONTROLLARE.

(Autore: Io)

Ora se volete potete dedicare anche voi qualche rima per la "causa". Grazie!

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!

7 commenti:

Weltall ha detto...

Eh eh eh
Vedo che la disastrosa situazione politica italiana ha risvegliato una vena poetica che non conoscevamo, caro Segnalatore ^__*

Comicomix ha detto...

Il politicante è troppo distante
dei problemi della gente non gli importa niente
il politico invece è persona accorta
ma oggi purtroppo la politica è morta
dobbiamo capire una bella lazione
politica non è voto ma partecipazione.
^_^

Riverinflood ha detto...

La vena estetica del segnalatore
or m'appare e a tutte l'ore
che se il pupo di politica
non sa farsi l'autocritica
è sicuro anzi certo
lo friggiamo col lacerto
e lo diamo alle zanzare in pasto
che ai lestofanti succhiano il basto.

Crocco1830 ha detto...

Stai a vedere che la politicanza, fa l'unica cosa buona di rispolverare un passato italico di poeti e navigatori.
P.S.: Ho tralasciato volutamente i santi. Di questi tempi meglio evitare riferimenti ecclesiastici.

Pino Amoruso ha detto...

Purtroppo si è politicanti, se si è distanti dai problemi della gente...
Non dimentichiamoci che li votiamo noi...in fondo la colpa è "nostra"!!!
"Io non mi sento Italiano, e per fortuna o purtroppo lo sono"...

giadatea ha detto...

splendida davvero

nicolacassa ha detto...

Dovresti fare un libro!!

Google